Proroga scadenza verifica periodica attrezzature

Pubblicato il 24 gennaio 2012 in Gazzetta Ufficiale il “Decreto 20 gennaio 2012 Differimento dell’entrata in vigore del decreto 11 aprile 2011, recante disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché i criteri per l’abilitazione dei soggetti di cui all’art. 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo”.

Il provvedimento arriva procrastinare ancora l’entrata in vigore del decreto 11 aprile 2011, inserendo come nuova scadenza il termine di 390 giorni dalla pubblicazione dello stesso. Quindi 390 giorni dal 29 aprile 2011. La scadenza in auge prima del nuovo e attualme rinvio, avrebbe posto come termine ultimo temporale oggi 31 gennaio 2012, in quanto fissata a 270 giorni dal 29 aprile 2011. Ed era una scadenza già ampliata il 22 luglio 2011 con una proroga che ne aveva dilatato l’entità portandola da 90 a 270 giorni dalla fine di aprile 2011.

Ricordiamo che il decreto del 29 aprile 2011 arriverà a definire le modalità per l’abilitazione di soggetti privati e autorizzati ai fini dell’effettuazione di verifiche in luogo di INAIL e ASL e le procedure dettagliate che tali aziende dovranno seguire sia per accreditarsi sia per eseguire le verifiche stesse sulle attrezzature di cui disporrà un’azienda e il suo datore di lavoro. Le attrezzature oggetto dei controlli e richiamate dall’allegato VII del D.LGs 81/08 sono:

  • Apparecchi per il sollevamento materiali non azionati a mano e idroestrattori a forza centrifuga (Gruppo SC);
  • sollevamento persone (Gruppo SP);
  • gas, vapore, riscaldamento (Gruppo GVR);
  • tubazioni (gas, vapori, liquidi);
  • generatori di calore a combustibile solido, liquido o gasso per impianti;
  • centrali di riscaldamento ad acqua;
  • forni per industrie chimiche e simili.

Con l’ultima proroga di cui abbiamo dato notizia quindi il sistema dovrebbe prendere pieno possesso delle proprie capacità a partire dalla fine di maggio 2012.

Info: