Lavoratori, diritti e doveri D.Lgs. 81/08

Home » Lavoratori, diritti e doveri D.Lgs. 81/08

Il D.Lgs. 81/08 disciplina la sicurezza sul lavoro e nel testo troviamo la definizione di tutte le figure aziendali: datore di lavoro, lavoratori, RLS, RSPP, addetti alle emergenze, medico competente ecc. Ora in particolare andremo ad approfondire la figura del lavoratore in base al Testo unico per la Sicurezza sul lavoro: la definizione, i diritti e i doveri che lo riguardano.

Definizione

Fra le novità che il D.Lgs. 81/08 ha apportato al D.Lgs. 626/94 c’è una nuova definizione di lavoratore:

Art. 2 comma 1 lettera a “persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. […]”

Vengono definite anche nuove tipologie di lavoratore, non presenti nel D.Lgs. 626/94.

  • il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro
  • il volontario, come definito dalla legge 1° agosto 1991, n. 266;
  • i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile;
  • il volontario che effettua il servizio civile;
  • il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni;
  • l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549, e seguenti del codice civile.

Oltre a quelle già segnalate precedentemente:

  • il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività,
  • l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione.

Diritti

I diritti dei lavoratori in diversi casi corrispondono agli obblighi per il datore di lavoro. In particolare ci riferiamo:

  • Diritto di avere un RLS che tuteli la loro sicurezza e li rappresenti in questo senso.
  • Diritto di utilizzare dei DPI conformi alle norme di legge e adatti alle mansioni che svolgono.
  • Diritto di lavorare in un ambiente i cui rischi siano stati adeguatamente valutati e dove siano state adottate tutte le misure necessarie affinché i pericoli siano evitati, arginati o affrontati in maniera adeguata.
  • Diritto di utilizzare in maniera limitata agenti chimici, fisici e biologici.
  • Diritto di ricevere informazioni e formazione, di partecipare ed essere consultati sulle questioni che riguardano la sicurezza e la salute nel luogo di lavoro.

Inoltre l’art. 44 tutela i lavoratori che si trovano in situazioni di pericolo grave, dando loro la facoltà sia di allontanarsi dal posto di lavoro sia di intervenire per ridurre il rischio per sé e per gli altri, anche senza le competenze necessarie, ma solo se è impossibilitato a contattare il superiore gerarchico.

Doveri

I lavoratori, nello svolgimento delle loro mansioni, devono prendersi cura della propria sicurezza, senza mettere in pericolo quella altrui. In particolare nel TU vengono indicati alcuni obblighi:

  • osservare le regole per la protezione individuale e collettiva indicate dal datore di lavoro e dall’RSPP;
  • utilizzare in maniera corretta i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), i dispositivi di sicurezza e i macchinari;
  • segnalare immediatamente eventuali malfunzionamenti nelle attrezzature e ogni altra situazione di pericolo di cui si è a conoscenza;
  • non rimuovere i dispositivi di sicurezza senza previa autorizzazione di chi di competenza;
  • non compiere azioni che, senza le competenze necessarie, potrebbero essere un pericolo per se stessi e per gli altri;
  • sottoporsi ai controlli medici imposti dalla legge.

 

Sei un lavoratore che deve seguire un corso sulla sicurezza sul lavoro?

Scopri il vantaggio dei nostri corsi:

Corso formazione e informazione per lavoratori