Reg CE 852/04 igiene alimentare

La sicurezza alimentare, che si traduce nella qualità e nell’igiene degli alimenti, è il risultato dello sforzo congiunto di tutti gli addetti alla produzione, alla lavorazione, al trasporto e alla distribuzione del prodotto.
La Commissione Europea ha emanato nel 2000 il “Libro Bianco sulla sicurezza alimentare” con l’obiettivo di regolamentare la filiera alimentare in ogni suo processo attraverso dei sistemi integrati di autocontrollo e garantire la salubrità del prodotto finale.

La normativa di riferimento in materia di sicurezza alimentare è il “Pacchetto Igiene” (entrato in vigore il primo gennaio 2006) che disciplina i processi produttivi degli alimenti e le caratteristiche degli ambienti e dei macchinari utilizzati nel settore ed è composto da una serie di regolamenti, tra cui il Reg CE 852/04.

Il Reg CE 852/04 disciplina l’igiene alimentare attraverso delle norme generali destinate agli operatori del settore.

Cosa prevede il Reg CE 852/04?

I principi sui quali si basa questo regolamento sono i seguenti:

  • La principale responsabilità per la sicurezza alimentare ricade sull’operatore addetto;
  • La sicurezza va garantita in tutta la filiera alimentare;
  • Va garantita la catena del freddo per la conservazione degli alimenti che non possono essere immagazzinati a temperatura ambiente;
  • Vanno applicati un sistema integrato attraverso delle procedure di autocontrollo (sistema HACCP) e una corretta prassi igienica;
  • Va effettuata una valutazione scientifica dei rischi per gli alimenti;
  • In caso di importazione di prodotti da Paesi non appartenenti alla Comunità Europea, va garantita l’equivalenza delle norme vigenti in tali Paesi circa gli standard igienici rispetto a quelle europee;

Gli operatori del settore alimentare sono tenuti a garantire un controllo efficace durante tutte le fasi di trasformazione e produzione in osservanza al Reg CE 852/04, operando attraverso le procedure basate sui principi del sistema HACCP, ovvero un protocollo nazionale di autocontrollo che permette di valutare e stimare i rischi di contaminazione ai quali sono sottoposti gli alimenti e adottare le adeguate misure di prevenzione.