Datore di lavoro – artt. 17 e 18 Dlgs. 81

Home » Datore di lavoro – artt. 17 e 18 Dlgs. 81

Tra le figure disciplinate dal Testo Unico sulla Sicurezza il datore di lavoro (che fa riferimento agli artt. 17 e 18) è sicuramente il soggetto al quale sono rivolti i maggiori obblighi.

La figura del datore di lavoro non è tanto indicata dalla titolarità della sua qualifica formale, ad esempio quando si parla di amministratore delegato, ma identifica piuttosto la persona che riveste, all’interno del proprio ambito lavorativo, la titolarità effettiva dei poteri decisionali e finanziari

Per alcune tipologie di rapporti lavorativi l’individuazione del datore di lavoro presenta delle particolarità:

  • In caso di collaborazione coordinata e continuativa. In questo tipo di rapporto non c’è vincolo di subordinazione, la prestazione è resa a favore di un committente, il rapporto è unitario e continuativo e la retribuzione è periodica e prestabilita. In questi casi il datore di lavoro è il committente, a condizione che il lavoro venga svolto presso i suoi uffici.
  • In caso di lavoro somministrato. La somministrazione avviene quando un’azienda assume la forza-lavoro stipulando un contratto con un’agenzia specializzata nel lavoro che si pone come intermediario tra le parti. In questo caso la figura di datore di lavoro corrispondo all’azienda utilizzatrice della forza lavoro, l’agenzia somministratrice ha però l’obbligo di formare e informare il lavoratore sui rischi presenti nell’azienda.
  • Rapporti di portierato nei condomini. La figura di datore di lavoro corrisponde all’amministratore di condominio.

Nel caso specifico delle aziende private, il datore di lavoro è il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o comunque colui che detiene le responsabilità organizzative e di spesa dell’impresa.

Nelle aziende di medie e grandi dimensioni il datore di lavoro non sovraintende direttamente al lavoro del personale ma, attraverso un meccanismo di delega, svolgono le sue mansioni delle precise figure di riferimento, ovvero i dirigenti e i preposti.

Quali gli obblighi del datore di lavoro?

Il datore di lavoro è il principale soggetto responsabile della sicurezza dei lavoratori ed è tenuto a controllare personalmente la corretta attuazione delle misure di sicurezza in azienda.

Gli obblighi assegnati dalla normativa sulla sicurezza al datore di lavoro che non possono essere in nessun caso delegati sono:

  • La valutazione dei rischi e l’elaborazione del DVR (art.28 TU)
  • La designazione dell’RSPP

Tra gli obblighi del datore di lavoro figurano anche la programmazione delle misure di prevenzione (successivamente alla valutazione dei rischi), la nomina di un medico competente per la sorveglianza sanitaria in azienda e la gestione delle emergenze (alla quale può provvedere nominando figure preposte come l’addetto antincendio e l’addetto al primo soccorso).

Sei un datore di lavoro?
Scopri il vantaggio di seguire il nostro

corso per datore di lavoro